LE MITIC di Luciano Luciani

L'assessore francesizzato

di Luciano Luciani 

Cade anche l’ultimo mito dell’Assessore all’Ambiente.:

Ripercorriamo la debacle( ORMAI è FRANCESIZZATO!):

Il mito principe Le buche .

di questa storia ne aveva fatto il cavallo di battaglia (battaie), mitico quando in Consiglio si presentava con un pezzo (avec)  di asfalto, invitando Caputo alle dimissioni ( pour se presentaire dimissioneire); oggi andate a Cosenza da Carito, provate a passare all’altezza del depuratore, sarà una impresa. Il resto lo lasciamo immaginare.

Il mito della Cosenza Fiumefredddo:

Bisognava riqualificare questa strada, decine di cantonieri dovevano pulire le cunette: la realtà è che tutto è peggio di prima, una frana da più di un anno aspetta di essere aggiustata, mentre il sottoscritto attaccava la Provincia sulla viabilità e sulla mancanza di fondi per la Cosenza Fiumefreddo a dispetto della Cosenza Lago, l’Assessore rimaneva in silenzio.

Il mito dell’Ambiente:

Bisognava rispettare la montagna, c’è l’eternit presso discariche in montagna , gli alberi vengono tagliati abusivamente, questo diceva. Niente è cambiato, anzi il degrado è arrivato vicino al Paese, ora l’ambiente è fare la festa della montagna, la festa ecologica e dare premi.

Il mito del lavoro artigiano:

Prometteva che ai piccoli commercianti e soprattutto agli artigiani, bisognava non farle pagare le tasse comunali, in quando esprimevano attività da premiare. Nel bilancio 2007, i commercianti pagheranno più delle abitazioni, alla faccia della premialità

Riamane un solo mito, quello dei prodotti tipici, stiamo aspettando la seconda convocazione del progetto. E’l’ultima carta da giocare, persa questa non gli rimane che dire che si era sbagliato o che abbiamo capito noi male.

Noi speriamo che si rifletta su questo, non in uno spirito punitivo, infatti lo sosteniamo  tutti anche sui prodotti tipici. Noi di destra dal nostro Leader ci aspettiamo il guizzo del cavallo di razza        (finisseur)

Ma la vita è coerenza, e noi non capiamo bene la sua politica. Ci aveva rotto i timpani , con le sue idee, per la verità tante condivisibili!

Siamo delusi, nel vedere che niente di quello promesso ora viene mantenuto. Ci sono difficoltà, le dica, saremo al suo fianco!!Non gli fanno fare le cose? Ha cambiato idea?il Paese aspetta di parlargli; aspetta e spera dice lui, mentre sfreccia sulle strade del Paese evitando di fermarsi!!!!

Assessore, tu si che sei un mito!!!!!!!!!!!