L'opera di Don Enrico

Per non dimenticare

Perchè ancora si continua a fare pettegolezzi sulle opere di Don Enrico, è troppo evidente, Voler a tutti i costi far dimenticare questa bella stagione, per motivi che presto emergeranno. Ho per un mese utilizzato un profilo " Amici di Don Enrico" per far emergere la verita' di questa vicenda. MA SOPRATTUTTO per far si che l'opera di Don Enrico, rimanga nella mente di questa comunita' come esempio, e invece vengano dimenticate tutte le cattiverie, le bugie, le esagerazioni.queste sono alcune delle testimonianze che ho ricevuto iniziando dalle mie conclusioni , Sul profilo potrete trovare foto filmati e altre testimoninze, grazie a tutti Luciani Luciano

Significato del saper ricordare
Perchè ricordiamo le cose belle della nostra vita.
Il ricordo non è solo qualcosa di poetico, ma anche di profetico di un desiderio di ricollocare le cose importanti della vita e ricollocarli nel futuro creando cosi la tradizione.
Dei fatti che vengono ricordati, sono già per sè entrati nel'eternità,nell'anima di chi li ha vissuti, non solo diventano parte integranti del carattere, che grazie a quella tradizione si forma e si abbellisce. Il ricordo è anche intimo e affettivo, ma come dice la parola , " chiama al cuore" , e diventa una facoltà intellettiva. Ecco perchè salviamoi ricordi e li facciamo diventare tradizione, perchè rimangano per sempre contro chi vorrebbe cancellarli per continuare a nascondere le verità importanti in nome di una filosofia chiamata nulla, che a noi non piace. Ricordare è proiettare le nostre migliori azioni nel futuro per i nostri figliQuello che non comprendo è il motivo per cui questo profilo dia tanto fastidio a qualcuno.Intanto non è un profilo che interviene nei profili altrui, pertanto è solo la necessità di un gruppo di persone DI NON FAR MARCIRE i frutti dell'opera di Don Enrico, ma raccoglierli e metterli nelle nostre case per conservarne i semi per i nostri ragazzi. Non vogliamo costringere anessuno a condividere questi frutti, e non può essere colpa nostra se NELL'ARIA comunque SI SPANDE l'odore di queste cose cosi buone. ,
Non si può usare Don Vivian per nascondere il desiderio esclusivo di soverchiare gli altri tentando di far diventare tutto una bolgia chiassosa di gente ( inascoltata ) desiderosa di farsi ascoltare senza saper ascoltare gli altri.
Don Vivian è aiutato da chi vuole e desidera, e tanti che adesso gli sono vicini, sono gli stessi che erano vicini a Don Enrico. Nè si può fare una colpa a chi attraversa una fase di riflessione dopo aver visto il proprio lavoro vanificato. Sarebbe invece bello che i tanti che parlano dimostrassero la loro carità aiutando loro a Don Vivian e non pretendendo che lo facciano gli altri, dimostrando che il loro non è un mero esercizio verbale di chi ha perduto la pace con i propri pensieri. Non è insultando gli altri che la solitudine del cuore diventa piu sopportabile. Per alcuni vivere esclusivamente sulle labbra invece che con il cuore, dà svago e passatempo, me le parole uccidono i pensieri buoni , e le opere di Don Enrico restano. Le parole in leggerezza fanno prendere il volo al pensiero e invece è del pensiero che si ha bisogno per avvicinarsi a Dio.







AMICI DI DON ENRICO
IN UN MESE ALLA FINE SONO ARIVATO ALLA VERITA' DI QUESTA VICENDA CHE PER CERISANO NON E' STATA BELLA. SONO RIUSCITO A FAR VEDERE LE COSE BELLE DI QUESTO UOMO DI DIO ATTRAVERSO GLI OCCHI DI UN BAMBINO E NON CON GLI OCCHI DI PERSONE ASSETATE DI POTERE O RANCOROSE DI INVIDIA O FRUSTRATE DELLA VITA. QUELLO CHE NON PENSAVO CHE ESISTESSERO ANCHE LE SACERDOTESSE COME IL PAESE CHIAMA L...E PERSONE CHE SI FINGEVANO VICINE AL PARROCO MA LO FACEVANO SOLO PER ESPRIMERE L'ODIO VERSO IL MONDO. VICINO A DON LA MAGGIORANZA DELLE PERSONE ERA ANIMATA DA VERO AMORE E POSSO TESTIMONIARLO AVENDO AVUTO MIO FIGLIO AL CATECHISMO .
QUELLO CHE RIMANE E' LA GRANDE OPERA DI DON ENRICO RIMANGONOLE TANTE PERSONE PERBENE INTORNO E FUORI LA PARROCCHIA RIMANGONO I TANTI PERSONAGGI EQUIVOCI .
ALLA FINE E' GIUSTO CHE VI DICA CHI SIA E CHE IL PROFILO SARA' RIMOSSO TRA SETTE GIORNI
Marilena Gervasi
" Nemo est propheta in patria... nemo propheta acceptus est in patria sua".
Don è una splendida persona, non riesco a capire perchè quando una persona dà tutto se stesso...viene annullata.
Don, ti dedico uno stralcio dell' inno piu' bello che San Paolo abbia scritto: "....La carità è paziente,è benigna la carità;
la carità non invidia, non si vanta,non si gonfia, non manca di rispetto,non cerca il proprio interesse, non si adira,
non tiene conto del male ricevuto,ma si compiace della verità;
tutto tollera, tutto crede,tutto spera, tutto sopporta.
La carità non verrà mai meno." Ti voglio bene Don
Rita Parise
un altare cosi festoso...come l abito di una sposa...lo può fare solo un cuore innamorato di Gesù,come lo è don Enrico...magari ce ne fossero tanti preti come Don Enrico!!!a me dispiace tanto per tutta la comunità di cerisano che non ha accolto un cosi gran dono di Dio...ma neanche Gesù è stato accolto proprio dai suoi:"nessun profeta è accetto in casa sua"...
GIOVANNA MAGLIOCCO
PERDonatemi l'intromissione, ma non riesco proprio a restare in silenzio. Personalmente non ho avuto il piacere di conoscere Don Enrico, viceversa ho constatato con i miei occhi che in un paesino di sole 3.500 anime la Parrocchia è divisa in 3 CONGREGAZIONI, ognuna delle quali vorrebbe suggerire le proprie direttive al sacerdote ! Una cosa del genere non l'avevo vista da nessun... altra parte. Vivo anch'io in un paese di 2.500 anime e conosco bene anche le altre Parrocchie, decisamente più grandi, dei paesi limitrofi. Da noi tutto ruota intorno alla Parrocchia : la centralità, l'unita, il rispetto . E' veramente un peccato aver perso un sacerdote che ha cercato di scardinare quegli usi e tradizioni che sono lontani dal vivere la fede. Mi vengono in mente 2 cose : il vangelo di ieri, : " Vi mando come agnelli in mezzo ai lupi" e i messaggi della Madonna di Medjugorie, la quale prega sempre per suoi Pastori e si aspetta lo stesso da noi. A mio modesto parere è stato veramente un peccato e chi ne subirà le coseguenze saranno principalmente i bambini, i ragazzi e gli anziani.


Tina De Stefano
infatti la Parrocchia sembra un'altra, sembra di essere tornati indietro di un secolo!!!!

Piscitelli Ivana
Abbiamo portato la nostra comunità all'apatia, alla non appartenenza, alla speranza di ritornare ad essere una comunità parrocchiale. Ormai il nostro splendido borgo di fedeli, illuminati oltre che dalla fede, dalla partecipazione, dall'entusiasmo di entrare in una chiesa e saper ascoltare la parola di Dio, non esiste più. Sicuramente in chiesa non si va solo perchè a predicare è un sacerdote al posto di un'altro, ma Don Enrico ha saputo accendere in noi la voglia autentica della Messa Domenicale, il rispetto delle regole religiose e la severità del rispetto

Lucia Greco
Io non conoscevo molto DON ERRICO,ma quando sono stata a Cerisano questo estate mi ha fatto una bella impressione,spero che presto potete portare le stesse cose che Don Errico vi ha insegnato un saluto a tutti gli amici di Don

ANNAMARIA RENDE
non si può immaginare la nostra parrocchia senza di te, ci hai insegnato tanto e hai fatto tanto...... grazie per tutto

Ivana Grande
Io ho frequentato poco la parrocchia negli ultimi tempi.Per problemi miei. Non so cosa sia successo ,ma improvvisamente sono venuta a conoscenza che Don non era più il parroco di cerisano. A me personalmente è dispiaciuto molto. Penso che per cerisano era un grande dono.peccato che è stato gettato via.I doni vanno accolti e custoditi con amore

Francesca Gerbasi quanda cattiveria che ce nel mondo ...io personalmente nn so cosa sia successo di pteciso e ne ci tengo a saperlo ma conoscendo don enrico nn merita tutto questo odio e neanche minacce .....come si dice "chi e senza peccato scagli la prima pietra".....penso che chi pensa male di un sacerdote che ha fatto tanto per la propria parrocchia e i suoi fedeli sia lui o lei in torto

Anna Greco Io non ho mai incontrato Don Enrico,non abito nemmeno nelle vicinanze,mi sarebbe piaciuto averlo incontrato almeno una volta.Mi. piace far parte del vostro gruppo"amici di Don Enrico"su fb,mi piace vedere tutto ciò che ha costruito.Continuate così.PS scusatemi per gli errori......

HO EVITATO DI PUBBLICARE LE CATTIVERIE CHE MISONO ARRIVATE SUI MESSAGGI O LE PAROLEDI QUALCHE SACERDOTESSA ( non saprei la grammatica, ) LASCIO A LORO SE NE HANNO VOGLIA DI RIFLETTERE-

GRAZIE DON ENRICO A NOME SOPRATUTTO DI MIO FIGLIO SIAMO SEMPRE A TUA DISPOSIZIONE
LUCIANO LUCIANI