Il Sindaco scivola sugli scrutatori

La politica clientelare del primo cittadino crea scompiglio nella maggioranza

“Uno tocca a te, gli altri li scegliamo noi”. Questa frase ha fatto andare su tutte le furie il consigliere comunale Tonino Bosco che ha riferito in sede di commissione elettorale le preoccupazioni del Sindaco a mantenersi la maggioranza qual ora non avesse scelto i dodici scrutatori che spettano alla maggioranza. Il consigliere Bosco aveva inviato una lettera al Consiglio Comunale, con la richiesta di procedere ad un sorteggio, che i “solerti” uffici avevano tenuto ben nascosta. In sede di Commissione Elettorale, poiché non si è verificata la condizione di nomina all’unanimità per la scelta degli scrutatori, i membri avrebbero dovuto indicare per ogni sezione elettorale un nominativo a testa facendo “saltare” la lista della “Maggioranza” ed il Sindaco non ha potuto far altro che richiamare l’altro rappresentante della maggioranza, abbandonare i lavori della commissione e riconvocare in seconda convocazione l’organismo che entro venerdì dovrà, gioco forza, nominare gli scrutatori per le elezioni del 25 maggio. Una brutta pagina della maggioranza e una conferma della visione clientelare dei "professionisti della politica" che approfittano della disperazione di tanti giovani illudendoli con un “posto” di scrutatore.